Domotica su RaspberryPi con Homebridge

Il termine domotica rappresenta una materia basata sul funzionamento della tecnologia in modo autonomo, senza l’intervento umano.

Ma quali sono i suoi vantaggi? Essa svolge un ruolo fondamentale nel nel rendere intelligenti apparati e sistemi.

Premettendo che si può realizzare qualunque cosa, noi oggi andremo a gestire una lampadina grazie a Siri (l’assistente vocale di Apple per intenderci).

Sfrutteremo le nostre conoscenze su HOMEBRIDGE.

Ringraziamo la comunità di GitHub-nfarina per aver reso chiaro questo concetto.

 


OCCORRENTE

 

Vediamo di cosa abbiamo bisogno:

  • Pc con putty.exe
  • RaspberryPi
  • Modulo relè per raspberry
  • iPhone con Siri

 


INSTALLAZIONE – Homebridge RaspberryPi

 

Homebridge raspberryPi si installa digitando:

sudo npm install -g –unsafe-perm homebridge

Potrebbe essere necessario utilizzare il comando:

–unsafe-perm

se si riceve un errore simile a questo:

gyp WARN EACCES user “root” does not have permission to access the dev dir “/root/.node-gyp/5.5.0”

Ora dovremmo essere in grado di eseguire Homebridge:

$ homebridge

No plugins found. See the README for information on installing plugins

Lanciando quindi Homebridge non accadrà nulla, poiché non si dispone di alcun plugin installato.

Andiamo a vedere come fare qui sotto.

 


INSTALLAZIONE PLUGIN – Homebridge RaspberryPi

 

I plugin aiutano a gestire accessori e / o piattaforme.

Gli accessori sono dispositivi individuali, come un interruttore intelligente o una porta del garage.

Le piattaforme agiscono come un singolo dispositivo ma possono esporre un insieme di dispositivi, come una casa piena di lampade intelligenti.

Installiamo i plugin nello stesso modo in cui abbiamo installato Homebridge.

Per esempio:

sudo npm install -g homebridge-lockitron

Tutti i plugin sono disponibili sul sito NPM –> qui.

Una volta installato il plugin, eseguiamo nuovamente Homebridge:

$ homebridge

Couldn’t find a config.json file [snip]

Ci accorgiamo ancora una volta che Homebridge non farà nulla.

Andiamo a creare quindi  un file config.json contenente i nostri accessori e / o piattaforme.

È possibile iniziare copiando e modificando il file config-sample.json incluso che include dichiarazioni per alcuni accessori e piattaforme di esempio.

NOTA:  Il file config.json DEVE essere all’interno di .homebridge, che si trova all’interno della                   cartella di casa.

Su macOS e Linux, il percorso completo per il tuo config.json sarebbe

~ / .homebridge / config.json.

Tutti i messaggi di errore contengono il percorso esatto in cui si prevede che si trovi la configurazione.

IMPORTANTE:  E’ necessario utilizzare un editor “testo normale” per creare o modificare config.json.

NON utilizzare applicazioni come TextEdit su Mac o Wordpad in Windows.

Suggerisco di utilizzare l’editor di testo gratuito Atom.

Dopo aver aggiunto il file di configurazione, è necessario riuscire a eseguire nuovamente Homebridge:

$ homebridgeLoaded plugin: homebridge-lockitronRegistering accessory ‘Lockitron’Loaded config.json with 1 accessories and 0 platforms.Loading 0 platforms…Loading 1 accessories…[Back Door] Initializing Lockitron accessory…

A questo punto aggiungiamo il tutto al nostro iPhone attraverso l’app nativa HomeKit.

 

homebridge Raspberrypi

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Filippo ha detto:

    Ho installato Homebridge e controllo diversi accessori tra cui tv, stazione meteo netatmo, Hue e alcuni accessori sotto gateway Aqara. Vorrei riuscire a controllare anche delle luci esterne che sfortunatamente montano lampadine gu9 e quindi non ne esistono in versione Smart. Esiste un qualche modo per controllare gli interruttori a incasso vimar idea?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *